Likes Likes:  19
Pagina 12 di 13 PrimaPrima ... 28910111213 UltimaUltima
Risultati da 221 a 240 di 252

Discussione: [Official] - Libri da leggere (No poker)

  1. #221
    Scandinavian LAG L'avatar di diefuckersdie
    Registrato il
    Jul 2013
    Posts
    667
    Likes (Given)
    31
    Likes (Received)
    19

    Predefinito

    Muro di casse, il romanzo che mancava. 25 anni di cultura tekno - Rai Letteratura

    Bell'ibrido tra saggio e romanzo di Vanni Santoni sulla sottocultura dei free party != rave.

    Heroes. Suicidio e omicidi di massa - Berardi Franco Bifo - Libro - Baldini & Castoldi - I saggi - IBS

    sociologo 68ino bolognese a dir la sua sugli omicidi-suicidi di massa, interessante.*
    *autore de https://www.vice.com/it/read/intervi...xpo-milano-616
    http://effimera.org/dalla-parte-dei-...-berardi-bifo/
    Ultima modifica di diefuckersdie; 27-06-2015 alle 16:32

  2. #222
    Monkey Tilt L'avatar di banditos
    Registrato il
    Feb 2011
    Località
    hijack
    Posts
    1,231
    Likes (Given)
    207
    Likes (Received)
    561

    Predefinito

    Vedo che son 10 romanzi del filone principale, di cui 8 tradotti in ita, ma taluni divisi anche in 2parti, right?
    L'edizione italiana è stata sfortunata, i diritti erano stati acquisiti dall'Armenia edizioni,ed i libri seppure di decente qualità cartacea, soffrono di alcune traduzioni tra l'ignobile e l'indecente (cosa comune a tutto il materiale di genere fantasy pubblicato negli ultimi 10 anni in Italia) ed alcuni libri sono stati splittati in due parti (cosa accaduta anche con Martin, anche qua alla base motivazioni di costi e ricavi da parte degli editori italiani). Le copertine sono indegne.L'armenia è stata acquisita da poco dalla Rusconi che ristamperà, in maniera migliore si spera, l'intera saga. Ora a parte questo imo è la migliore saga fantasy di sempre, ma proprio anni luce, non me ne voglino i fan di Martin (che dopo i primi 3 meravigliosi libri si sarà stonato di erba e avrà dimenticato come portare a termine le varie sottotrame lasciate in sospeso) ma qui finalmente abbiamo un fantasy che si discosta dal classico eroe piccolo borghese mongolo che viene in possesso di magici manufatti o messo al corrente del suo destino ed affronta viaggio pieno di pericoli contrastato dall'ennesimo coglione oscuro di turno (vedi tutti i bastardi discendenti del buon Tolkien).Qui abbiamo una storia, coerente, che si dipana in una linea temporale immensa, personaggi adulti caratterizzati ottimamente senza distinzione di età e/o sesso,sangue morte,codardia e tradimenti in barba all'eroismo, un mondo costruito benissimo, insomma se amate il genere è da leggere assolutamente, se non lo amate è da leggere comunque
    Ultima modifica di banditos; 27-06-2015 alle 16:35

  3. #223
    Fish
    Registrato il
    Sep 2011
    Posts
    2
    Likes (Given)
    2
    Likes (Received)
    7

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da banditos Visualizza Messaggio
    cut
    Googleggiando pare che la ristampa uscirà ad ottobre con volumi non splittati e, anche dalle tue parole, mi sembra di capire che conviene aspettare tale data.

  4. #224
    Monkey Tilt L'avatar di banditos
    Registrato il
    Feb 2011
    Località
    hijack
    Posts
    1,231
    Likes (Given)
    207
    Likes (Received)
    561

    Predefinito

    Purtroppo le traduzioni dovrebbero essere le stesse anche nella ristampa, cambieranno le copertine, per fortuna, ed eviteranno di dividere il terzo, il quinto ed il sesto volume in 2 parti. Quindi se si vuole avere la saga in volumi tutti uguali conviene aspettare, se ve ne sbattete potete anche acquistare le vecchie edizioni dell'Armenia. Un ultimo appunto, l'autore introduce la saga nel primo volume in medias res, il lettore si trova catapultato quindi in mezzo ad avvenimenti di cui è completamente all'oscuro e c'è il rischio di non capire che cavolo stanno facendo tutti i personaggi e dove vuole andare a parare, non vi fate scoraggiare e proseguite che ne vale la pena
    Ultima modifica di banditos; 27-06-2015 alle 17:01

  5. #225
    Tight Agressive L'avatar di OBBLIGOVINCERE
    Registrato il
    May 2014
    Posts
    483
    Likes (Given)
    74
    Likes (Received)
    81

    Predefinito

    Non so se qualcuno l'abbia già fatto, io vi consiglio "Storia d'Italia" di Indro Montanelli. Sono veramente tanti volumi e non credo abbiate voglia di leggere il tutto, dall'impero Romano alla fine del XX secolo. Nello specifico vi consiglio quelli che ho letto io:

    L'Italia degli anni di piombo 65-78
    L'italia degli anni di fango 78-93
    L'Italia di Berlusconi 93-95
    L'Italia dell'Ulivo 95-98

    Personalmente mi affascina molto la storia sociale e politica del nostro paese. Montanelli era un giornalista come probabilmente non ne nasceranno più.

  6. #226
    Tight Agressive L'avatar di highlanderfab
    Registrato il
    Feb 2011
    Località
    Napoli
    Posts
    328
    Likes (Given)
    153
    Likes (Received)
    186

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da OBBLIGOVINCERE Visualizza Messaggio
    Non so se qualcuno l'abbia già fatto, io vi consiglio "Storia d'Italia" di Indro Montanelli. Sono veramente tanti volumi e non credo abbiate voglia di leggere il tutto, dall'impero Romano alla fine del XX secolo. Nello specifico vi consiglio quelli che ho letto io:

    L'Italia degli anni di piombo 65-78
    L'italia degli anni di fango 78-93
    L'Italia di Berlusconi 93-95
    L'Italia dell'Ulivo 95-98

    Personalmente mi affascina molto la storia sociale e politica del nostro paese. Montanelli era un giornalista come probabilmente non ne nasceranno più.
    Sullo stesso periodo, un pò di controinformazione non troppo esasperata:

    Segreto di Stato

    La guerra civile: da Salò a Berlusconi.

    Entrambi in forma di intervista di Fasanella al presidente della Commissione parlamentare d'inchiesta su stragi e terrorismo, Pellegrino.

  7. #227
    Banned
    Registrato il
    Apr 2015
    Posts
    461
    Likes (Given)
    1
    Likes (Received)
    0

    Predefinito

    Esticav' tutti eruditoni sembra! Leggerò qualcosa anche se la storia mi annoia.

    + facile e distensivo per me, amanti della Mat. e non

    Assaggino:

    "In tutto il mondo, il 14 marzo è il giorno del Pi Greco: un numero affascinante e misterioso, presente in moltissime occasioni della vita quotidiana. Perché proprio questa data? Perché, nella notazione anglosassone, presenta la sequenza di numeri 314, ovvero le prime tre cifre del Pi Greco. In “Tutti in festa con Pi Greco”, la nota divulgatrice Anna Cerasoli racconta la geniale idea di Archimede di Siracusa, che più di 2000 anni fa inventò un metodo innovativo per calcolare le infinite cifre decimali di questo numero. Alla sorprendente scoperta, l’autrice intreccia non solo le vite di altri studiosi dell’antichità, ma anche curiosi approfondimenti, giochi e attività per celebrare in allegria questa festa della matematica.

    “Tutti in festa con Pi Greco” è strutturato in tre parti che possono essere lette separatamente.
    Quella dedicata specificatamente al Pi Greco tratta la nascita del numero più famoso della storia della matematica, le sue applicazioni, i suoi segreti, richiamando anche vicende storiche e mitologiche, aneddoti, questioni legate alla quotidianità.
    Parallelamente scorrono due tipi di box, di diverso colore, con temi collegati alla narrazione principale:"



  8. #228
    Monkey Tilt L'avatar di thesegoto_11
    Registrato il
    Aug 2008
    Posts
    1,718
    Likes (Given)
    569
    Likes (Received)
    946

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Luciom Visualizza Messaggio
    rispetto alla musica c'è l'enorme dettaglio che lo scrittore non ha la fonte di reddito degli spettacoli dal vivo. Quindi non applicherei lo stesso principio.
    sono d'accordo, e la questione non finisce qui perché il musicista può insegnare musica e ha un miliardo di modi di fare marchette non infamanti. lo scrittore ne ha ma sono davvero infinitamente meno e infinitamente più "sporchi".

    Citazione Originariamente Scritto da Luciom Visualizza Messaggio
    In generale credo che le leggi sul copyright siano folli perchè ha una durata davvero grottesca (troppo lunga).
    wut? quindi se un mio trisnonno ha costruito una casa nel Settecento che mi è arrivata per via ereditaria tu "eticamente" non avesti niente in contrario a che un terzo estraneo ci entrasse e la squattasse random? cioè, stai dicendo che new economy a parte dovremmo rendere libera praticamente tutta la proprietà privata derivante da latifondi etc.? giusto per capirsi, eh, perché io la penserei esattamente così, ma dubito che questa sia la tua posizione e insomma ti invito a riflettere con me sul punto.
    perché il lavoro intellettuale è in molti casi cosa *molto* più faticata di certi diritti di proprietà che vengono più o meno dal cielo / guerre / servitù etc. anche nella formazione, vedi, non so, appezzamenti fantavasti di terra americana assegnati secoli fa a gente presa più o meno a cazzo che ancora oggi ne usufruisce anche in malo modo.
    il mio punto è che non vedo in che modo e perché costruire un grande libro debba essere considerato diverso ai fini di proprietà dal costruire un castello.

    Citazione Originariamente Scritto da Luciom Visualizza Messaggio

    2) muore follett (speriamo di no) , gli eredi litigano per i diritti etc etc -> cazzi loro, imo è del tutto corretto eticamente scaricare tutto gratis perchè follett ha campato (Giustamente) strabene dai suoi diritti, un bel pò di milioni sicuramente li ha lasciati, fine della storia
    Idem come sopra, muore agnelli, lascia abbastanza ai figli e quindi io mi prendo un po' di roba sua random tanto mica stanno male, quelli?
    anche qui dico solo per capirci perché anche qui io sarei d'accordo con quest'idea.
    We build ships.

  9. #229
    Tight Agressive
    Registrato il
    Mar 2011
    Posts
    228
    Likes (Given)
    133
    Likes (Received)
    100

    Predefinito

    Consiglio "Cronache dalla ditta" scritto da Andrea Cisi.

    è un libro che regala momenti spensierati e che riesce a strapparti più di un sorriso (anche se alcuni sono amari)

    Ognuno di noi nelle nostre esperienze lavorative avrà incontrato i protagonisti del libro.

  10. #230
    Calling Station L'avatar di Dorin_KidPoker2
    Registrato il
    May 2013
    Località
    A casa mia...
    Posts
    178
    Likes (Given)
    26
    Likes (Received)
    24

    Predefinito

    Cito due libricini che ogni tanto escono in edizione economica.
    Addio alle Armi
    Niente di nuovo sul fronte occidentale
    Non sono molto importanti ma sono carini. Forse il primo vale appena di più perché il suo autore, Ernesto detto "papa", ha vinto il premio Nobbile in una pizzeria della Svezia. Spero che un giorno possano diventare famosi perché se lo meritano

    P.S. Ah, certe volte si trovano anche dei libri interessanti che parlano di società super cattive dove la gente non è libera di dire che squadra del cuore tifa. Idiozia che non ha fatto ridere nessuno a parte, ecco la lista di quelli che ho letto io. Se ne manca qualcuno per favore ditemelo, credo di avere letto tutte le distopie più famose.
    Noi (Zamjatin) che ha anticipato:
    1984
    Il mondo nuovo (se non sbaglio, però, Huxley non l'ha mai letto quindi è un errore grossolano dire che ne è stato ispirato)
    Che a loro volta hanno ispirato:
    Fahreneit 451
    Non so se collocare anche Il signore delle mosche nella lista, ma imho merita veramente tantissimo, è a tratti incredibile. Tra l'altro anche a Golding hanno dato una medaglia con la faccia di un tizio che ha inventato la dinamite.
    Ultima modifica di Dorin_KidPoker2; 01-07-2015 alle 01:01
    Citazione Originariamente Scritto da jezebel87 Visualizza Messaggio
    Tutti a scrivere di stovate come se piovessero, future game, 4bet da 0,2bb more di atteso, checkare dietro full perchè non ci paga nulla da dietro quando il vostro unico tp in sessione è : ''Ce l'ha o non ce l'ha?''
    "Io continuavo a ripetermi che non tutte le donne erano puttane, solo le mie"
    [Charles Bukowski]

    "Mantenete il segreto, in cambio ecco la mia fragola"
    [L Lawliet] (DEATH NOTE)
    (Il più grande fanatico delle odds..)

  11. #231
    Amministratore L'avatar di Luciom
    Registrato il
    Nov 2007
    Posts
    19,492
    Likes (Given)
    521
    Likes (Received)
    8398

    Predefinito

    @thesegoto_11

    wut? quindi se un mio trisnonno ha costruito una casa nel Settecento che mi è arrivata per via ereditaria tu "eticamente" non avesti niente in contrario a che un terzo estraneo ci entrasse e la squattasse random?

    Ci sono le imposte patrimoniali sugli immobili apposta (che io /e praticamente tutti gli economisti/, pur essendo tipicamente antitasse, ritengo decisamente + sensate di quasi ogni altra forma di tassazione eccetto l'imposta sui consumi). Oltre alle imposte su eventuali flussi di cassa prodotti dall'immobile.

    il mio punto è che non vedo in che modo e perché costruire un grande libro debba essere considerato diverso ai fini di proprietà dal costruire un castello.


    Perchè l'assenza della caratteristica di esclusività della proprietà muta proprio tutto il ragionamento.

    Ovvero è proprio completamente diverso avere proprietà su qualcosa che , se goduta anche da altri, danneggia il tuo godimento della stessa rispetto ad aver proprietà di qualcosa il cui godimento non cambia se anche altri la usano.

    Se il costo marginale è 0 cambia tutto.

    Mi spiego meglio: se tu espropri il mio castello, io non lo uso + come prima. Ho proprio un qualcosa in meno. Se io leggo il libro, te lo puoi leggere = a prima (quella è la proprietà).

    In generale le idee non sono cose. Come le persone non sono cose. Non sei proprietario delle persone, nè delle idee.

    Lo stato ha deciso (ragionevolmente) di consentire che per un determinato lasso di tempo che i flussi di cassa generati da determinate idee confluiscano all'ideatore delle stesse ma il motivo di questa legge NON è difendere un "diritto di proprietà" sulle idee ma di favorire la generazione di idee.

    Quindi la lunghezza del copyright va decisa sulla base dell'effetto che ha sulla generazione di idee, non sulla base della difesa del diritto di proprietà.

    Dato che "a un certo punto" sono + le idee che uccidi nella culla (tipo es. la possibilità per autori di oggi di espandere middle earth così ci capiamo meglio, o di fare dei film con topolino) di quelle che non vengono generate perchè il flusso di cassa potenzialmente producibile da esse è troppo basso (prova a convincermi che autori vari se il copyright dura "solo" 20 anni dopo la loro morte allora scrivono meno che se dura 60... L O L, e questo dovrebbe essere l'unico ragionamento da fare), ecco che si può parlare di "durata troppo lunga".

    Il tutto senza toccare il dettaglio che il mondo è grande e che è ben strano voler imporre la difesa di un "diritto" (che imo non c'è ripeto, non ha senso la proprietà delle idee come non ha senso la proprietà delle persone) anche in giurisdizioni diverse dalla propria creando problemi vari ed eventuali ogni volta che ci provi (es. se downloado da sito con server in paese che ha deciso che il copyright è diverso è legale o no? perchè? non è un esempio a caso, in australia il copyright dura meno e tanti testi di economia "antica" ci sono liberi da downloadare da loro e non in usa, non parliamo di terzo mondo).

    Senza parlare del problema enorme di definire i confini di quella proprietà anche volendo.
    Ex poker players just want to have fun moving cbet beyond poker
    Per domande e consigli: http://tinyurl.com/LuciomWell
    Twitter: luciomm1 (in prova)

  12. #232
    Monkey Tilt L'avatar di thesegoto_11
    Registrato il
    Aug 2008
    Posts
    1,718
    Likes (Given)
    569
    Likes (Received)
    946

    Predefinito

    oh, so fucking sick, non so neanche come il browser mi ha mangiato un messaggio molto ragionato, pd. tento di riscrivere qui il nocciolo:
    @Luciom

    Lo stato ha deciso (ragionevolmente) di consentire che per un determinato lasso di tempo che i flussi di cassa generati da determinate idee confluiscano all'ideatore delle stesse ma il motivo di questa legge NON è difendere un "diritto di proprietà" sulle idee ma di favorire la generazione di idee.

    non capisco da dove prendi la notizia, né a quale stato ti riferisca. il copyright a quanto mi consta è nato per altri motivi, non bellissimi ma altri, sia nel mondo, storicamente, che in italia. da qui fai discendere una conclusiva:

    Quindi la lunghezza del copyright va decisa sulla base dell'effetto che ha sulla generazione di idee, non sulla base della difesa del diritto di proprietà.


    che sembra aristotelicamente squillante ma che è invece abbastanza un trucco da prestigiatori perché per l'appunto la premessa era d'opinione, quando non plainly falsa, e non segnalata per tale ma data come dato di fatto.

    in generale mi pare tu esprima sull'argomento opinioni personali anche sensate e rispettabili oltre che in parte condivisibili ma pur sempre opinioni personali, dando però per scontati punti di vista personali su questioni grandemente dibattute. btw l'argomento mi interessa, e tornerò qui, purtroppo oggi il mio attention span è di pochi secondi perché mi sono rotto un piede ieri sera e faccio avanti e dietro con ghiaccio e cazzi e mazzi
    Ultima modifica di thesegoto_11; 06-07-2015 alle 16:40
    We build ships.

  13. #233
    Amministratore L'avatar di Luciom
    Registrato il
    Nov 2007
    Posts
    19,492
    Likes (Given)
    521
    Likes (Received)
    8398

    Predefinito

    non capisco da dove prendi la notizia, né a quale stato ti riferisca. il copyright a quanto mi consta è nato per altri motivi, non bellissimi ma altri, sia nel mondo, storicamente, che in italia. da qui fai discendere una conclusiva:


    Mi riferisco a uk/usa da cui la cosa è partita (anche se c'era prima per i soli libri in vari posti).

    Qui un pò di storia dell'argomento

    https://en.wikipedia.org/wiki/History_of_copyright_law

    Il punto principale è che la cosa nasce come copertura per censura e controllo delle pubblicazioni (quindi 0 ratio morale, anzi nasce come deciso disvalore morale).

    Non c'è un diritto naturale alla proprietà delle idee o delle loro espressioni, non c'è nessuna base biologica (come c'è invece e di tutta evidenza per la proprietà fisica di beni materiali e terra, per quanto la seconda con molte limitazioni, anche in natura); per cui essendo costrutto puramente mentale e recente, la base del ragionamento deve vertere sulla convenienza sociale alla presenza o meno di tale , ulteriore e artefatto "diritto".

    E questi sono i ragionamenti che si trovano negli scritti dell'epoca dei paesi civili, i dibattiti, riguardo i pro e i contro del copyright, SUPERATA la parte per la quale il copyright esiste per controllare le pubblicazioni.

    Cmq sia il copyright è in costituzione americana

    To promote the Progress of Science and useful Arts, by securing for limited Times to Authors and Inventors the exclusive Right to their respective Writings and Discoveries.

    https://en.wikipedia.org/wiki/Copyright_Clause

    Non è che l'argomento me lo invento io, SCOTUS ha spesso sottolineato nelle decisioni sul copyright che l'esistenza stessa di questa protezione è legata anche e soprattutto alla generazione di ulteriori opere dell'ingegno.

    Poi te puoi dire "imo in maniera del tutto arbitraria le idee devono poter essere proprietà eterna di qualcuno", però è come se mi dici "voglio il diritto alla salute per le zanzare", cioè ok sti cazzi ma la ratio?

    Una legge che limita la libertà altrui deve avere enormi giustificazioni di benessere pubblica per esistere... o quantomento di conformarsi al sentire proprio intimo della stragrande maggioranza degli individui. O di un'etica che si ritiene eccezionalmente importante da supportare anche se non ha ancora il consenso della stragrande maggioranza nella speranza che poi lo abbia (diritti civili vari).

    MA non è che ci si mette a tavolino e al 51% si limita drammaticamente la libertà altrui perchè tira il culo di fare così... o perlomeno, così non è nei paesi migliori del mondo di solito, e così non dovrebbe essere (imo).

    E' chi vuole il copyright eterno che ha l'intero onere della prova a suo carico e deve dimostrare aldilà di ogni ragionevole dubbio che è eccezionalmente preferibile per la società che esista quella protezione piuttosto che il contrario (imo, e secondo tutti i principali approcci liberali allo stato di diritto).

    in generale mi pare tu esprima sull'argomento opinioni personali anche sensate e rispettabili oltre che in parte condivisibili ma pur sempre opinioni personali, dando però per scontati punti di vista personali su questioni grandemente dibattute. btw l'argomento mi interessa, e tornerò qui, purtroppo oggi il mio attention span è di pochi secondi perché mi sono rotto un piede ieri sera e faccio avanti e dietro con ghiaccio e cazzi e mazzi


    Sono tutte opinioni personali, così come lo sono le majority e minority opinions dei giudici della corte suprema (al max condivise da 5-6 persone quando vengon scritte), non c'è alcun tipo di oggettività in ogni forma di dibattito politico (come è la decisione di avere o no leggi sul copyright, è di che natura nel dettaglio).

    Quel che è (spesso) oggettivo è che SE si accettano determinati punti di partenza allora spesso le conclusioni sono nette e univoche (in questo caso, se si accetta che qualunque legge che limiti la libertà deve dimostrare di farlo costituendo un enorme vantaggio complessivo sociale, e che debba essere motivata sempre e comunque da quell'obiettivo). Nel caso del copyright è (imo) netto che esista una tensione tra i detentori del diritto (che a naso ha senso che esista, anche se non necessariamente applicato a tutto ciò che la legge usa che ormai è diventata una barzelletta lo applica) e tutto il resto della popolazione, e che sia praticamente sicuro che nè la durata 0 nè la durata infinito siano socialmente corrette.

    Dove trovare l'equilibrio non è ovvio, ma la mia percezione è che appunto dovrebbe ridursi di moltissimo la durata rispetto a oggi. Perchè? perchè a naso mi pare proprio che per l'appunto di gente che al margine non produrrebbe + opere dell'ingegno perchè i suoi diritti durerebbero "solo" es. 20 anni dopo la morte, non credo ne esista.

    O se ne esiste, davvero poca, da contrapporsi a tutta la popolazione mondiale che può godere decenni prima dell'accesso gratuito a un'infinità di produzioni culturali che edificano la persona, oltre a tutti gli altri creatori di opere dell'ingegno che potrebbero lavorare liberamente sulle spalle dei precedenti giganti.

    Nella scienza se scopri qualcosa di estremamente rilevante il fatto che il tuo nome venga legato ad essa per sempre è sufficiente; oltre ovviamente alla gloria anche monetaria, anche abbondante, in vita derivante dal fatto che sei famoso, esperto etc etc.

    Non mi è chiaro perchè premiare di + uno scrittore di un fisico , a livello di leggi. E non mi pare il caso di far pagare un pizzo enorme a chiunque per dimostrare un teorema matematico ne debba usare uno dimostrato da qualcuno morto da meno di 100 anni...
    Ex poker players just want to have fun moving cbet beyond poker
    Per domande e consigli: http://tinyurl.com/LuciomWell
    Twitter: luciomm1 (in prova)

  14. #234
    Monkey Tilt L'avatar di thesegoto_11
    Registrato il
    Aug 2008
    Posts
    1,718
    Likes (Given)
    569
    Likes (Received)
    946

    Predefinito

    per esemplificare: i tuoi due passi seguenti sono in contraddizione tra loro; solo apparentemente, certo, perché si riferiscono a due realtà storiche diverse, ma il mio punto è proprio questo (cioè, quello che dicevo in coda al mio precedente post), in questa materia sei un po' superficiale nel definire i passaggi dei tuoi soriti. poi non è che in diritto una cosa come "lo stato ha deciso" abbia senso, se riferita a uno stato terzo dal tuo senza specificare la circostanza. esistono i legislatori, e ogni legislatore ha la sua ratio, che viene dalla propria tradizione, e poi dai trattati internazionali etc, ma ogni legislatore è diverso e yada yada cumpà. quando parli di stato che decide ti riferisci al tuo stato salvo indicazione diversa. e non si vede perché mai dovresti fare diversamente.

    Lo stato ha deciso (ragionevolmente) di consentire che per un determinato lasso di tempo che i flussi di cassa generati da determinate idee confluiscano all'ideatore delle stesse ma il motivo di questa legge NON è difendere un "diritto di proprietà" sulle idee ma di favorire la generazione di idee.

    Il punto principale è che la cosa nasce come copertura per censura e controllo delle pubblicazioni (quindi 0 ratio morale, anzi nasce come deciso disvalore morale).

    poi ti ripeto che il tuo discorso non mi dispiace neanche, ma è formalmente inaffidabile, nel senso che non è rigoroso come pretende di essere. in diritto positivo o si parla rigorosamente o tanto vale parlare della juve, che il discorso ha la stessa dignità.

    poi segnalo che qui sotto dai per certa una cosa che se non ricordo male non è certa in dottrina. cioè, il fatto che lo dicesse locke non è che lo scolpisca per sempre nelle cose appurate e certe.

    Non c'è un diritto naturale alla proprietà delle idee o delle loro espressioni, non c'è nessuna base biologica (come c'è invece e di tutta evidenza per la proprietà fisica di beni materiali e terra, per quanto la seconda con molte limitazioni, anche in natura);

    btw grazie per la tua opinione, che mi pare interessante e mi fa riflettere. purtroppo per risponderti seriamente nel merito dovrei proprio per lo stesso appunto che ho mosso a te studiarmi troppa roba che non ho nessunissima voglia di studiare in questa zona della mia vita.
    We build ships.

  15. #235
    Monkey Tilt L'avatar di jean seberg
    Registrato il
    May 2009
    Località
    Torino
    Posts
    1,744
    Likes (Given)
    902
    Likes (Received)
    1169


    Dance Like Shaquille O'Neal



    Citazione Originariamente Scritto da horse winner Visualizza Messaggio
    la cosa positiva è che loro non lo pensano davvero..è solo un modo inconscio per cercare di far prevalere il loro lato indie..

  16. #236
    Scandinavian LAG L'avatar di xplosive
    Registrato il
    Dec 2012
    Posts
    860
    Likes (Given)
    35
    Likes (Received)
    175

    Predefinito

    quale leggereste o meno, e in che ordine tra questi:

    go giver
    bio steve jobs
    quiet, power of introvers
    4 agreements
    outliers
    power of now
    power of habit
    7 habits of highly effective people
    flash boys
    think and grow rich
    war of art
    good to great
    48 laws of power
    big short
    richest man babylon
    mindset - dweck
    zero to one
    liars poker
    elon musk bio
    mind for numbers
    art of war
    For us to live any other way was nuts. Uh, to us, those goody-good people who worked shitty jobs for bum paychecks and took the subway to work every day, and worried about their bills, were dead. I mean they were suckers. They had no balls.

  17. #237
    Scandinavian LAG L'avatar di self outplayato
    Registrato il
    Dec 2011
    Posts
    951
    Likes (Given)
    802
    Likes (Received)
    383

    Predefinito

    Letto?? avresti voglia di lasciare un mini feedback??
    Vai/andavi a feste? Di dove sei? Età?

    Io ho fatto parte del movimento per un bel pò di anni, ho n-mima amici che non solo ne hanno fatto parte ma lo hanno proprio definito (sound system e caravane erranti).
    sono stati anni bellissimi; con base a Bologna a cavallo del 2000 ho girato un bel pò il nord Italia e giusto poco Roma e il Sud. Ho visto la scena londinese (abbastanza in ritardo purtroppo) e abitato per 2 anni in uno squat studio assieme a UnderKonstruction sound system, ben9mm + svariati altri artisti contemporanei (senseless records, ghost in town, jam Baxter, e molti altri).
    Tutto questo papiro x giustificare il mio ot e dirti grazie per la segnalazione. Anche se ormai ho mollato da qualche anno(compresa documentazione e lettura sull'argomento) nn posso aspettare a mettere le mani su 'muro di casse'. L'autore sembra uno in gamba poi



    》》Sent by rdm-I.dRoid 《《
    Remember to always be yourself. Unless you suck.

    Communist until you get rich;
    Feminist until you get married;
    Atheist until the airplane starts falling.

    ........ - The Hypocrite Diaries

  18. #238
    Scandinavian LAG L'avatar di self outplayato
    Registrato il
    Dec 2011
    Posts
    951
    Likes (Given)
    802
    Likes (Received)
    383

    Predefinito

    It: letto la trilogia Hunger games (e sono stato perculato dai miei amici lololol. Roba per adolescenti a detta loro) e l' ho trovato abb piacevole. Sono un fan del genere e quindi spesso apprezzo anche roba discreta.

    Ultima lettura è stata Hood rat - Gavin Knight.
    Crime novel sulle gangs di 3 città inglesi.

    Atm sono su Mr. Nice - Howard Marks. Una true story sul most wanted man in GB negli '80.
    Appena iniziato ma è assolutamente travolgente

    》》Sent by rdm-I.dRoid 《《
    Remember to always be yourself. Unless you suck.

    Communist until you get rich;
    Feminist until you get married;
    Atheist until the airplane starts falling.

    ........ - The Hypocrite Diaries

  19. #239
    Scandinavian LAG L'avatar di diefuckersdie
    Registrato il
    Jul 2013
    Posts
    667
    Likes (Given)
    31
    Likes (Received)
    19

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da self outplayato Visualizza Messaggio
    Letto?? avresti voglia di lasciare un mini feedback??
    Vai/andavi a feste? Di dove sei? Età?

    Io ho fatto parte del movimento per un bel pò di anni, ho n-mima amici che non solo ne hanno fatto parte ma lo hanno proprio definito (sound system e caravane erranti).
    sono stati anni bellissimi; con base a Bologna a cavallo del 2000 ho girato un bel pò il nord Italia e giusto poco Roma e il Sud. Ho visto la scena londinese (abbastanza in ritardo purtroppo) e abitato per 2 anni in uno squat studio assieme a UnderKonstruction sound system, ben9mm + svariati altri artisti contemporanei (senseless records, ghost in town, jam Baxter, e molti altri).
    Tutto questo papiro x giustificare il mio ot e dirti grazie per la segnalazione. Anche se ormai ho mollato da qualche anno(compresa documentazione e lettura sull'argomento) nn posso aspettare a mettere le mani su 'muro di casse'. L'autore sembra uno in gamba poi



    》》Sent by rdm-I.dRoid 《《
    Si il libro è abbastanza bello un mix tra un'analisi sociologica dei free party ed un romanzo. Se poi hai vissuto in prima persona quegli anni non puoi non prenderlo, il libro è pieno di citazioni di moltissimi eventi storici.
    Vivo tra Bologna e Milano ed ho 25 anni, vado alle feste da pochi anni (se sono a portata) però ne faccio solo fruizione, non conosco quasi nessuno del movimento.

    Se t'interessa c'è anche questa tesi molto interessante Tecnologia, tribalismo e forme di nomadismo metropolitano - Xsephone

  20. #240
    Banned
    Registrato il
    Apr 2015
    Posts
    461
    Likes (Given)
    1
    Likes (Received)
    0

    Predefinito

    Muro di casse il romanzo che mancava non è nella mia libreria preferita ma questa presentazione mi arma di una volontà ferrea di leggerlo tutto e penso che lo farò di un fiato se i primi capitoli rispetteranno le aspettative.

    Non conoscevo Vanni come scrittore né attore o regista ma sin dalle prime parole dell'intervista mi è sembrato poco impacciato e sicuro di sé, immagino abbia vissuto esperienze in prima persona molto importanti tipo quella della prima scena londinese, anche se non da madre lingua (almeno a giudicare dall'accento)

    La vera Arte dunque da sempre non può essere costipata in nessun settore, dammi un pennello e sarò il miglior pittore od imbianchino, forniscimi una pietra ed una spada e riuscirò ugualmente ad essere scultore, scalpello e martello e sanerò qualunque via o strada o asfalto, porgimi l'asse di legno ed io solo con la mia mano diventerò il più famoso dei falegnami.

    L'Arte non ha confini, L'Arte è Arte, è sempre esistita e sempre esisterà.

    Bene V. Santoni quindi per quanto mi riguarda e pur non essendo un fan della Tech non escludo che anche in questo campo non si possano trovare accostamenti con la sempreverde classica o la lirica etc

    Ultima modifica di Picc0l0U0m0; 12-09-2015 alle 04:39

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •